Sono una scrittrice esordiente. Sin da giovanissima mi sono cimentata a scrivere racconti. Qui ho trovato uno spazio dove esprimermi, dove postare i miei racconti in attesa del vostro giudizio, ma anche un luogo dove parlare di libri o semplicemente per raccontarvi della mia esperienza come scrittrice; a volte mi permetterò anche di divagare, per fermare un’idea o un momento. Ad ogni modo sarà un luogo dove imparare a scrivere e dove esercitarmi: un taglia e cuci di parole, proprio come un atelier!

mercoledì 30 dicembre 2015

Un anno di libri

Mi sono sempre ritenuta una forte lettrice, ma non ho mai potuto quantificare le mie letture, finché con l'inizio del 2015 ho deciso di tenere il "Quaderno dei libri", dove segnare titolo, autore, faccina di gradimento e, in alcuni casi, ricopiare le frasi che mi hanno in qualche modo colpito.
Quest'anno posso proprio fare un bilancio di letture. Qui di seguito vi riporto l'elenco. Sono esclusi tutti i testi che, per qualche motivo, non ho letto per intero, quelli che non ho portato a termine, quelli consultati per ricerche e per lavoro e tutti i libri e libricini letti alle mie bambine (anche se forse Il Mago di Oz e Il viaggio del mondo in 80 giorni potevano essere inclusi).

1) Ragazzi non siete speciali!, David McCullough Jr;
2) Il romanzo dei Windsor, Antonio Caprarica;
3) Nuovo dizionario delle cose perdute, Francesco De Gregori;
4) Una lacrima color turchese, Mauro Corona;
5) Agli antipodi di Marlowe, Frank Spada;
6) 101 storie sul Friuli che non ti hanno mai raccontato, Mariachiara Davini;
7) Shelley, Keats e Byron - I ragazzi che amavano il vento, a cura di Roberto Mussapi;
8) Paese d'ottobre, Ray Bradbury;
9) Un favoloso appartamento a Parigi, Michelle Gable;
10) Scrivere un libro (e farselo pubblicare), AA.VV. (e-book);
11) La gatta che vedeva le streghe, Stefania Conte;
12) Scrivere un libro che conquista dalla prima pagina, AA.VV. (e-book);
13) A scuola di giallo, Camilla Läckberg (e-book);
14) Terre Rare, Sandro Veronesi;
15) L'autorità perduta, Paolo Crepet;
16) La manomissione delle parole, Gianrico Carofiglio;
17) Addio bocce, Andrea Vitali (e-book);
18) La mia patria è il mondo intero, Elisabetta Pozzetto;
19) La via delle parole, Grazia Gironella;
20) Magellano e il maginete, Guido trombetti;
21) Il libro dei ricordi perduti, Luisa Walters;
22) Il mestiere di scrivere, Raymond Carver;
23) Longsbourn House, Jo Baker;
24) Forty, Annachiara Capuzzo;
25) L'ultimo canto dei codirosso, Stefania Conte;
26) Il minotauro, Benjamin Tammuz;
27) Per altri sentieri, Angela Di Bartolo;
28) Il tai e l'arte di girovagare in motocicletta, Flavio Santi;
29) Il medaglione, Andrea Camilleri;
30) Lo scopriremo solo scrivendo, Francesca Di Muzio;
31) Non tutto è come sembra, Ornella Nalon;
32) Il bar sotto il mare, Stefano Benni;
33) Per una cipolla di Tropea, Alessandro Defilippi (e-book);
34) Polvere, Francesco Mastinu;
35) Il caso dei libri scomparsi, Ian Sanson;
36) Te creto, Omar Bitussi;
37) Breve storia del libro (a modo mio), Andrea Kerbaker;
38) Cercatori di meraviglie, Amedeo Balbi;
39) Parigi è sempre una buona idea, Nicolas Barreau;
40) Seta, Linda Kent (e-book);
41) La vita è un viaggio, Beppe Severgnini;
42) Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili, Paola Calvetti;
43) L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Alice Basso;
44) Adesso Blog! Le 22 (immutabili) leggi del blogging, Daniele Imperi.

Come potete notare, le letture del 2015 si diversificano molto tra di loro e mi rendo conto di non seguire nessuna regola o filo conduttore se non l'ispirazione del momento.
Ho letto romanzi, manoscritti e raccolte di racconti, scrittori emergenti e autori molto noti; ci sono state letture piacevoli, sorprese interessanti e delusioni; alcune letture hanno rappresentato ore di svago, altre sono state utili e formative. La scelta di un libro è stata dettata dalla curiosità per un titolo o una copertina, un moto d'istinto in libreria (mi piace pensare che a volte siano proprio i libri a chiamarmi) o perché il libro era scritto da un blogger che seguo. C'è stato anche qualche e-book, scaricato gratuitamente per sperimentare anche questa nuova forma di lettura, anche se continuo a preferire il libro cartaceo, con la sua consistenza e il odore.

Ora tocca a voi. Cosa vi sembra il mio elenco? Avete condiviso qualche lettura con me? Quali sono state invece le vostre?

18 commenti:

  1. Di tutto questo elenco ho letto solo Il minotauro, anch'io nel 2015.
    Sai che è molto buona l'idea di tenere un quaderno delle letture? Io annoto spesso frasi dai libri che leggo (visto che non sopporto di sottolinearli) ma spesso poi le perdo perché le scrivo dove capita. Metterò in pratica il consiglio.
    L'elenco delle mie letture del 2015 non saprei ricostruirlo in poco tempo, ma sono sicuro di aver fatto più riletture che letture.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il "Minotauro" me l'avevi consigliato proprio tu! :-)
      Anch'io mi annotavo le frasi su foglietti volanti e per un certo periodo avevo provato a metterli in una scatola... ma alla fine ne avevo ovunque e non li ritrovavo più!

      Elimina
    2. Domanda d'obbligo, a questo punto: Ti è piaciuto?

      Elimina
    3. Si molto. Un ottimo consiglio! E poi l'ho letto sulla nave guardando le coste turche...
      Se hai altri consigli, sono bene accetti!

      Elimina
    4. Il secondo, e ultimo, libro letto per la prima volta nel 2015 che mi sento di consigliare in giro è stato "Dalia nera" di James Ellroy. Potente!

      Elimina
  2. Intanto grazie per aver letto il mio libro :)
    Neanche io ho seguito un filo conduttore, credo sia quasi impossibile. Anche se devi leggere per studiare e documentarti, comunque leggerai anche qualcosa per svago.
    Non ho condiviso nessuna lettura con te, mi dispiace :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un piacere leggere il tuo libro, nonché del tutto normale visto che seguo il tuo blog. Spero di riuscire a seguire alcuni dei tuoi consigli, prima per tutti la legge della periodicità, che mi sembra la più importante, ma anche quella che più di tutto mi manca!

      Elimina
  3. Non conosci Anobii? Io uso quello per tener traccia delle mie letture. Non male i 44 libri/anno; io a inizio 2015, dopo qualche anno di fiacca, mi ero posto come obiettivo la lettura di 30 libri, e ce l'ho fatta con un discreto margine :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco Anobii, ma sinceramente non mi attira molto... Mi rendo conto di essere ancora un po' tradizionalista per certe cose...

      Elimina
    2. Certo, non si deve usare per forza uno strumento che non si sente proprio. Anche io tenevo una semplice lista dei titoli che leggevo, poi ho provato e mi sono trovato bene. Oggi non so se lo rifarei, ma ormai ci sono infognato :D

      Elimina
  4. mamma mia quanti. io no, non ne ho letti cosi tanti e nessuno dei tuoi. conosco però (ed ho letto altro, non ricordo più cosa) di Vitali, Veronesi, Benni e tengo "Il Minotauro" che piange tra ragnatele e polvere. Se posso permettermi di consigliarti un autore direi Marcello Simoni: di lui ho letto i mini live della Newton&Compton, sai quelli a 0,99? E ne ho comprato un altro... è un po' un romanziere della Rosa degli anni 00. cosi... tanto per... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre ben accetti i consigli di lettura! Ti ringrazio. In effetti Marcello Simoni non lo conosco proprio...

      Elimina
  5. Il quaderno delle letture! Una buona pratica che metterò in atto in questo 2016 che inizia. Le mie letture sono piuttosto rivolte al lato oscuro. Di Camilla Läckberg ho letto l'uccello del malaugurio.

    RispondiElimina
  6. Ho scoperto oggi questo bel blog, e ho visto che riporta perfino il mio libro! Degli altri, alcuni li ho già letti, gli altri saranno ottimi consigli di lettura per la prossima estate. Grazie di cuore!

    RispondiElimina
  7. Ho scoperto oggi questo bel blog, e ho visto che riporta perfino il mio libro! Degli altri, alcuni li ho già letti, gli altri saranno ottimi consigli di lettura per la prossima estate. Grazie di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora ben venuta nel mio blog! E comunque noi ci siamo conosciute anche di persona l'anno scorso all'incontro organizzato dal nostro editore a Castelfranco Veneto!

      Elimina